mercoledì 6 ottobre 2010

Trappola autoricaricante #2

Seconda trappola autoricaricante (qui, la prima), sempre su progetto dell'ingegnosissimo Michele e ridisegnata dal sottoscritto, con l'aggiunta di qualche particolare non riportato nell'originale.
Questa volta è più "roba da gnomi" o, se volete, roba da Wile E. Coyote (sempre per usare le parole di Michele).




E' d'obbligo un minimo di spiegazione - cito dall'inventore.

Una pedana a pressione fa girare un ingranaggio, che con una demoltiplica fa salire un peso sferico. Il peso sferico, colpendo un piccolo fermo, libera un pendolo a mannaia, che colpisce l'avventuriero e lo rimuove dalla pedana. Il peso rotolando si riarma mentre il pendolo, risalendo, aziona una puleggia che rimette il fermo in posizione. Trascurando gli attriti un avventuriero di 100 kg (armatura inclusa) che fa affondare una piattaforma di 20 cm può alzare un peso di 5 kg per 4 metri, quindi teoricamente funziona. Personaggi più leggeri potrebbero passare sulla trappola senza neanche accorgersene!

Ma quanto sono nerd questi post :-)

7 commenti:

  1. Spero che i lettori di questo sito si stiano divertendo come mi diverto io :)

    Quando penso a questa trappola, immagino il GM che dice ai giocatori: "sentite un rumore come si una sfera che rotola, ditemi esattamente cosa fate", quindi gli da qualche secondo forsennato prima di far partire la lama

    RispondiElimina
  2. semplicemente fantastica

    RispondiElimina
  3. Mi sono reso conto che forse si può migliorare un po'. Adesso la ruota più a sinistra è la più piccola e girerà molto più lentamente di quella grande a destra. Non sarebbe meglio invertire l'ordine. Così la falsa piastrella si abbasserebbe più lentamente e la sfera salirebbe più in fretta... Non so se ha senso, come al solito non credo di sapere quello che sto dicendo.

    RispondiElimina
  4. l'ordine degli ingranaggi è corretto. la ruota piccola deve girare più in fretta e quella grande più velocemente: solo in questo modo a un piccolo movimento della piastrella corrisponde una salita rilevante della sfera :)

    confesso invece di aver capito solo ora come funziona la "versione spiff" del meccanismo di uscita del pendolo, geniale.

    RispondiElimina
  5. Complimenti, questi post valgono tutto il blog che di per se è ottimo :D

    RispondiElimina
  6. Troppo gentile :-)
    Hai dato un'occhio ai vari Dungeon #1, #2 etc etc?
    Ho ancora in canna gli ultimi due livelli...

    RispondiElimina
  7. Ma se questa trappola si trova in una cripta dimenticata, l'elastico non potrebbe essersi consumato da tempo?
    Caesar

    RispondiElimina