lunedì 22 febbraio 2010

D&D su Microsoft Surface

Ne avevamo già parlato in un post precedente e c'era stato anche un vivace viavai di commenti. Avevo promesso aggiornamenti. Ecco qui (e grazie a Pietro per la segnalazione).

D&D on the Microsoft Surface from CrunchGear on Vimeo.

7 commenti:

  1. mon dieu que nerds! bello però.

    RispondiElimina
  2. Perdonatemi se distolgo lo sguardo,ma dopo 17 anni di gioco di ruolo da tavolo, tra rutti, macchie di aranciata sulle schede e sana immaginazione, questo modo di giocare mi sembra a metà tra l'alieno e il demenziale. Io sono fiero di aver pitturato a mano ogni miniatura che uso sulla classica tovaglietta di carta.
    Perdonate lo sproloquio

    RispondiElimina
  3. C'è qualcosa che a noi "veterani" non torna vero? L'odore delle vecchie schede, lise e macchiate, i manuali con le pagine che si staccano, le miniature dipinte; qualche mio giocatore quando c'era un passaggio delicato o un tiro importante soffiava anche sui dadi prima di lanciarli.
    Se però confronti questa nuova versione con quella precedente, sono stati fatti dei passi avanti, aggiungendo maggiore interazione con gli elementi "fisici", che poi sarebbe il punto di forza di Surface.
    Insomma, teniamolo d'occhio, tutto qui :-)

    RispondiElimina
  4. certo teniamolo d'occhio, ma sinceramente spero che il futuro torni a proporci giochi per la mente e non per gli occhi. Il tiro di dado simulato con un poligono che scrolla per lo schermo mi ha messo tristezza...credo che andrò a farre una scheda si HARP per sentirmi "vecchio" hahaha

    RispondiElimina
  5. O magari, meglio ancora, a "Paranoia". Quello sì che era un gioco per la mente :-)

    RispondiElimina
  6. hahah un'ottima idea, in effetti il manuale gice sulla mensola inutilizzato da un po' troppo tempo!
    Comunque devo ammettere che l'estremismo non è la migliore posizione da tenere e altrettanto devo dire che la tecnologia al servizio del gioco fa la sua porca figura per quanto mi lasci dubbioso :D

    RispondiElimina
  7. Molto buon video e, soprattutto, molto istruttiva.

    RispondiElimina